Watsu - Water Shiatsu - Harold Dull

Watsu

Watsu è stato sviluppato dall'americano Harold Dull negli anni 1980 e 1990. Al suo ritorno dal Giappone, dove ha studiato Zen Shiatsu, ha iniziato applicando la sua “speciale estensione” e tecniche di massaggio nelle acque termali naturalmente calde di Harbin Hot Springs in California. Ha combinato le tecniche Zen Shiatsu con il movimento fluttuante e ritmico in acqua.

Watsu è un termine che deriva dall’unione delle parole WATer e shiatSU. E’ una disciplina bionaturale che si pratica in acqua a temperatura corporea (35° ca.). Una seduta di Watsu è un'esperienza ogni volta unica e diversa: l’operatore si prende cura del cliente tramite pressioni e stiramenti che si alternano a culle, dondolii e movimenti spontanei facendo ritrovare al corpo una nuova energia; la mente si rilassa e riesce a percepire tutte le sensazioni e gli impulsi che il corpo trasmette.

L’immersione del corpo in acqua calda sostenuto dall’operatore, consente alla muscolatura di rilassarsi favorendo uno stato di profondo benessere.

Tra gli effetti del trattamento Watsu è possibile provare una sensazione di leggerezza e di totale rilassamento.

Grazie al sostegno e ai movimenti che il watsuer propone al ricevente, le articolazioni possono muoversi in modo più fluido e i muscoli lentamente possono abbandonare le tensioni accumulate.

Il Watsu non mira alla cura delle patologie, ma a sostenere un processo di autoguarigione attraverso la percezione dello stato di benessere e di maggiore consapevolezza corporea.

Ricevere una sessione di Watsu può essere un modo di scoprire una diversa via di meditazione, può migliorare il rapporto con l’elemento acqua, può essere l’inizio di un percorso di crescita personale e ne possono trarre giovamento stati di ansia e di stress.

Per maggiori informazioni sul mondo del Watsu visita il sito WABA e WATSU.